Cookie

Don Luigi Maria Epicoco giovedì 13 febbraio alle 16:30 sarà al castello Orsini di Avezzano per dialogare con giovani, insegnanti ed educatori. «Qualcuno a cui guardare: per una spiritualità della testimonianza»: è questo il titolo dell’incontro di aggiornamento e formazione organizzato dall’Ufficio scuola diocesano, guidato dal diacono Antonio Masci, in collaborazione con la Federazione italiana scuole materne provinciale e promosso dalla Pastorale giovanile diocesana.

Don Luigi Maria Epicoco, filosofo, teologo e scrittore, è professore alla Pontificia università lateranense e all’ISSR Fides et ratio dell’Aquila, di cui è anche preside. Il presbitero aquilano, ma di origini pugliesi (nato a Mesagne nel 1980) è inoltre titolare di una pagina social a lui dedicata che conta più di 52.000 followers e che raccoglie i suoi commenti quotidiani al Vangelo diffusi su tutti i maggiori media cattolici. È spesso ospite di trasmissioni televisive in qualità di esperto di temi cristiani.
Nel suo ministero e nei suoi libri don Luigi Maria Epicoco si occupa di formazione e spiritualità cristiana e rappresenta una delle voci più giovani e autorevoli nell’attuale panorama cattolico nazionale ed internazionale. Già autore di numerosi e fortunati testi, il suo ultimo libro, Qualcuno a cui guardare. Per una spiritualità della testimonianza, è stato pubblicato nel 2019 per le edizioni Città Nuova. Si tratta del volume donato dal Papa lo scorso 21 dicembre ai vescovi e cardinali della Curia romana ricevuti in udienza per gli auguri natalizi.
Ed è proprio a partire dai capitoli che compongono il suo libro e riflettendo intorno ad alcuni temi chiave che lo sostanziano (verità, debolezza, autenticità, relazioni, ferialità, grazia) che don Epicoco detterà la sua relazione sul tema della Testimonianza, declinato nei vari ambiti della vita del credente e alla luce delle relazioni significative che in essa si intrecciano (spirituali, genitoriali, sociali, professionali, familiari…), fino a giungere ad una ricostruzione del profilo umano e spirituale del testimone cristiano. L’orizzonte biblico e la perenne valenza veritativa espressa nella ricchezza delle sue figure e narrazioni costituirà il riferimento costante delle riflessioni di don Luigi, non disdegnando affatto il contribuito che le scienze filosofiche, pedagogiche e umane sanno apportare in vista di una integrale comprensione del fenomeno umano e di quel groviglio di desideri, domande e attese che lo costituiscono.

L’incontro si inserisce all’interno della programmazione e della vasta offerta formativa che l’Ufficio scolastico diocesano ha ideato per il presente anno pastorale e scolastico 2019/2020. Una programmazione, quella di quest’anno, particolarmente ricca e sapientemente attenta alle sempre ricorrenti emergenze educative che interessano sempre più i nostri territori locali e nazionali e che si esprimono attraverso nuove forme post-moderne e contemporanee di cultura, linguaggi e stili di vita che rappresentano l’inedita sfida e insieme la nuova frontiera dell’annuncio cristiano.


In allegato il programma della XXVIII giornata mondiale del malato, promossa dall'Unitalsi e dall'associazone dei Medici cattolici, insieme con l'ufficio diocesano per la Pastorale della salute, in programma ad Avezzano il prossimo 11 febbraio a partire dalle ore 16:45.


Oggi, martedì 28 gennaio, il clero diocesano si è ritrovato insieme per vivere, nella preghiera, nell’ascolto e nell’agape fraterna, la giornata sacerdotale, che ha avuto inizio alle 9:30 con l’esposizione eucaristica. Dopo la recita dell’ora terza vi è stato l’intervento di don Franco Magnani, direttore dell’Ufficio Liturgico Nazionale, che ha presentato la terza edizione del Messale romano, in fase di pubblicazione.

L’Associazione Centro famiglia amore e vita, nell’ambito del Progetto Spazio famiglia: le nuove sfide educative presenta il 4° percorso per famiglie in cammino Guardami… ascoltami, un gruppo di ascolto per figli di genitori separati (fascia di età 6-11 anni).
Il gruppo di ascolto si rivolge a bambini dai 6 agli 11 anni, figli di coppie divise, ed è finalizzato a promuovere il benessere del bambino all’interno del proprio sistema familiare in cambiamento.
Il percorso si realizza in quattro incontri pomeridiani della durata di 2 ore ciascuno (è prevista una pausa per la merenda) a cadenza settimanale. Nella seconda ora dell’ultimo incontro sono attesi anche i genitori. Al termine del percorso i genitori che lo desiderano possono chiedere un colloquio congiunto con la conduttrice del gruppo.
Gli incontri saranno condotti dalla dott.ssa Giovanna Di Vito, psicologa e mediatrice familiare, e si terranno: martedì 4, 11, 18 e 25 febbraio dalle 17:00 alle 19:00 presso i locali della Scuola paritaria San Giovanni di Avezzano, in via Genova 2.
L’iscrizione del figlio dovrà essere fatta congiuntamente dai genitori, entro il 31 gennaio 2020, su apposita scheda.

Progetto realizzato con il contributo della Regione Abruzzo, Piano Famiglia Regionale; il Progetto Spazio famiglia: le nuove sfide educative, promosso dal Comune di Avezzano in partnership con l’Associazione Centro famiglia amore e vita, il consultorio familiare CIF onlus di Avezzano e finanziato dalla Regione Abruzzo, nasce dalla volontà di sviluppare, sul territorio, politiche di sostegno alla famiglia capaci di costruire uno spazio in cui dare impulso a una rete di interventi orientati, in particolare, alla promozione e al sostegno della genitorialità, attraverso un approccio che mira ad affiancare e sostenere le risorse personali e familiari in un’ottica di sviluppo comunitario.

Per maggiori informazioni chiedere in segreteria passando di persona in via Monsignor Valerii 26 ad Avezzano, il martedì e il mercoledì dalle 9:30 alle 12:30, oppure contattando il numero 380 379 1679. Il percorso è gratuito.

Associazione Centro famiglia amore e vita
Via Monsignor Valerii, 26
67051 Avezzano (AQ)
tel. 0863 31291
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Iscriviti alla newsletter