Nell'ambito delle celebrazioni per il 50° anniversario della morte del sacerdote orionino don Gaetano Piccinini (29 maggio 1972), il 21 maggio alle 21:00, in piazza Risorgimento ad Avezzano, si terrà il concerto-testimonianza «Fratelli tutti: don Piccinini, oltre il dolore la speranza», a cura del cantautore don Giosy Cento e don Riziero Cerchi. Una serata di musica e festa per parlare ai giovani e testimoniare la bellezza del vangelo. Durante la serata ci sarà la premiazione dei finalisti del concorso scolastico, dedicato al sacerdote orionino, organizzato dall'Istituto Don Orione e dall'Ufficio scuola diocesano, e al quale hanno partecipato gli istituti scolastici della Marsica. Parteciperanno alla serata le Golden Girls di Ortucchio.

Don Piccinini, figlio illustre di Avezzano, orfano del terremoto della Marsica, fu accolto da san Luigi Orione nella sua Opera diventando sacerdote orionino. Il 21 giugno del 1948 dette inizio ai lavori delle opere in Avezzano: un istituto per orfani, la scuola professionale per arti e mestieri e il santuario della Madonna del Suffragio nella cui cripta riposa il suo corpo.


Imbracciare uno strumento musicale al posto di un’arma, questo il messaggio che i cento musicisti dell’Orchestra dei ragazzi, diretta dal maestro Massimiliano De Foglio, vogliono dare al dodicesimo concerto per la pace, che si svolgerà il 18 maggio alle 18:00 nel teatro dei Marsi, alla presenza del vescovo Giovanni Massaro. Sarà l’occasione anche per raccogliere fondi per l’Ucraina. Il 18 maggio alle 11:00 ci sarà l’anteprima per le scuole in cui parteciperanno bambini e ragazzi ucraini in fuga dalla guerra ospiti nella Marsica. La diocesi, attraverso l’associazione Orchestra giovanile della diocesi dei Marsi, ha elaborato un progetto che durante l’anno scolastico impegna gli studenti delle scuole secondarie di primo grado a indirizzo musicale del comprensorio marsicano per la costituzione dell’Orchestra dei ragazzi che si è esibita per la prima volta in assoluto nel concerto per la pace del 24 marzo 2010. Gli enti che collaborano alla realizzazione dell’importante e innovativo progetto sono, oltre all’Orchestra giovanile diocesana, che ha promosso l’iniziativa, le scuole secondarie di primo grado Camillo Corradini e Alessandro Vivenza di Avezzano, Tommaso da Celano di Celano, Albert Sabin di Capistrello e Andrea Argoli di Tagliacozzo, con i rispettivi dirigenti scolastici (i professori Marianna Lostagnaro, Franca Felli, Massimo Pizzardi, Clementina Cervale e Damiano Lupo) e i docenti di strumento musicale. L’orchestra è formata da oltre cento elementi provenienti dalle classi di flauto, sassofono, clarinetto, tromba, violino, chitarra, percussioni e pianoforte.


Il concerto annuale della nuova compagine concertistica, unica nel suo genere, rappresenta il momento culminante di un progetto didattico finalizzato alla costituzione della grande orchestra di ragazzi nella quale si alterneranno di anno in anno, gli alunni frequentanti i corsi di strumento musicale. L’orchestra è formata da oltre cento elementi provenienti dalle classi di flauto, sax, clarinetto, tromba, violino, chitarra, percussioni e pianoforte. Massimiliano De Foglio, direttore stabile dell'Orchestra giovanile della diocesi dei Marsi, è il referente e coordinatore del progetto e dirige l'Orchestra dei ragazzi. L’opportunità che viene data ai ragazzi di potersi esibire e di far parte di un organico orchestrale a partire già dall’età scolare rappresenta un’importante innovazione nel campo musicale attuale e in prospettiva rappresenta un ideale sviluppo dello studio della musica andando avanti nel proprio percorso di formazione. In occasione dei concerti dell’Orchestra dei ragazzi inoltre vengono raccolti fondi da destinare alla beneficenza: si può sostenere la popolazione ucraina attraverso le Caritas ucraine.

  • Insegnanti di strumento
    • Corradini di Avezzano: Giovanni Ciancone, Marta Vitaliani, Paolo D’Angelo, Antonio Greco*
    • Vivenza di Avezzano: Beatrice Ciofani*, Giorgio Colantonio, Guido Ottombrino, Silvio Contestabile, Monia Esposito, Stefano Fonzi, Nunzia Leonetti, Giovanni Cardilli, Pierluigi Ulaneo
    • Tommaso da Celano di Celano: Rita Caruso, Giorgio Paris, Franco Finucci, Antonio Vitagliani*
    • Argoli di Tagliacozzo: Antonella Vitelli, Luigi Belfatto, Paolo Totti*, Massimiliano De Foglio
    • Sabin di Capistrello: Vincenzo Raglione, Giuseppe Triggiani, Mara Piccinini, Pierluigi Tomassetti*
    * coordinatori
  • Violini: Elisa Amabrini, Roberto Chichiarelli, Giulia Scatena, Sara D’Andrea, Beatrice Cipolloni, Miriam Coccia, Massimiliano Desideri, Mattia Di Giosia, Eleonora Faonio, Sveva Vecchiarelli
  • Chitarre: Virginia Camaioni, Giulia Dei Giudici, Roberta Fabbri, Giulia Maceroni, Loredana Morelli, Antonio Pollio, Riccardo Collacciani, Giuseppe Franchi, Andrea Di Paolo, Domenico Di Stefano, Domitilla Lucarelli, Aurora Partemi, Giordano Evangelista, Corrado Iorio, Davide Di Marco, Helisa Alfonsi, Roberto Di Ruscio, Alice Marianetti, Pietro Tomei, Arianna Rocca, Fabiana Grossi, Sofia Tellone
  • Pianoforti: Rebecca Bielli, Lorenzo Di Battista, Nara Micucci, Luca Moro, Virginia Rea, Marco Tomassetti, Lorenzo D’Amico, Beatrice Carbone, Asia Baiocco, Corrado Paoloni, Lucrezia Di Fabio, Martina Di Cosimo, Luigi Scatena, Liliana Baliva, Aurora Lacalamita, Domenico Ricci
  • Flauti: Maria Vittoria Ornello, Giulia Ippoliti, Martina Abbate, Myriam Marconi, Sara Marpepa, Elena Asci, Susanna Occhiuzzi, Azzurra Pinori, Alessia Piacente
  • Clarinetti: Nancy Djuiwat, Annachiara Negri, Vittorio Petrella, Lorenzo Truono
  • Sassofoni: Chiara Di Felice, Jacopo Bianchi, Nicolò Bianchi, Francesco Abramo Frigioni, Alessio Di Benedetto
  • Trombe: Thomas Salustri, Leonardo Lorenzo Venditti, Federico Vittori, Fabrizio Congonti
  • Percussioni: Carlo Pietrantoni, Manuel Carattoli, Ruben De Foglio, Giacomo Di Cato, Costanza Fallocco, Nicolò Gjoka, Riccardo Orlandi, Luca Silvestri, Giuseppe Benedetti, Anna Di Cato, Marco Fieramosca, Emanuele Frigioni, Uldimino Nebbioso, Guerrino Ranalletta, Francesca Antonelli, Chiara Antonelli, Elena Palermo, Marina Laska, Matteo Torrelli

Iscriviti alla newsletter