L'Archivio Diocesano dei Marsi ha sede nei locali del seminario di Avezzano. Originariamente la Diocesi aveva sede a Pescina, ma in seguito al terremoto del 1915 il vescovo mons. Pio Marcello Bagnoli decise il trasferimento dei locali ad Avezzano che però furono bombardati nel corso della seconda guerra mondiale. Il fondo archivistico, perciò, era costituito da materiale cartaceo disordinato ed esposto alle intemperie che pregiudicavano la conservazione dei beni.
Negli anni ottanta del novecento, il prof. Angelo Melchiorre ed una piccola équipe, ha proceduto all'ordinamento e alla classificazione del fondo archivistico su richiesta del vescovo mons. Biagio Terrinoni e del cancelliere mons. Giulio Lucidi. Il 3 maggio 1993, grazie anche all'intervento dell'allora soprintendente ai beni archivistici dell'Abruzzo, dott. Fiorilli, l'Archivio Diocesano dei Marsi fu aperto al pubblico.
Il fondo archivistico è composto di tredici sezioni, denominate impropriamente fondi (Fondo A, Fondo B, Fondo C, Fondo D, Fondo E, Fondo F, Fondo G, Fondo H, Fondo I, Fondo M, Fondo N, Fondo K e Fondo Parrocchie). Ad oggi sono state schedate dodici sezioni e parte del Fondo D (Avezzano, Celano, Cerchio, Luco, Ortucchio, Pescina, Tagliacozzo e Trasacco).
Dal 2008 l'Archivio Storico Diocesano dei Marsi è iscritto al progetto CEIAr della Conferenza Episcopale Italiana, teso all'informatizzazione e alla fruizione del materiale documentario.

Responsabile: Don Ennio Grossi
Telefono: 0863 442497
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pagina Facebook: Archivio Storico Diocesano dei Marsi
Orario di apertura: Dal lunedì al venerdì: 9:30-13:00
Martedì e giovedì: 15:00-18:00
Attenzione! In occasione delle festività estive l'Archivio resterà chiuso dal 12 agosto al 1° settembre 2019.